Google Adsense



Resoconto di fine anno

Pubblicato da TagMaster il Sab, 31/12/2016 - 20:59

 

31 dicembre. Un altro anno sta per concludersi ed un promettente 2017 è ormai alle porte.
Dal punto di vista Tekkeniano è stato un anno decisamente controverso, con un'alternanza di alti e bassi davvero incredibile che molto spesso ha complicato il nostro lavoro rischiando di farci ammattire.
Ripercorriamo quindi le principali tappe di questo 2016.

L'anno parte molto bene con la notizia della presenza di Nina Williams in un'incredibile versione sposa in Tekken 7. Il nuovo outfit suscita molto interesse e ancor oggi il mistero lo avvolge scatenando le più disparate teorie dei fan.

L'entusiasmo però si smorza relativamente in fretta poiché seguono due mesi di basso profilo dove le uniche notizie di maggior interesse per noi fan europei sono la conferma della presenza di Tekken 7 all'EVO 2016 e l'introduzione dei nuovi Rage Attacks.

Ad aprile avviene la distribuzione presso i negozi e e-commerce giapponesi della colonna sonora provvisoria di Tekken 7 Fated Retribution grazie alla quale per la prima volta è possibile apprezzare degnamente le tracce curate dallo storico compositore Keiichi Okabe ed uscire dal tunnel dei brani di bassa qualità rippati dei video di gameplay.
Aprile è anche il mese della sospensione ufficiale del progetto Tekken X Street Fighter, controparte Namco del cross-over con la celebre serie Capcom. Un'amara notizia che non sorprende i fan i quali, durante gli svariati mesi di silenzio assoluto, avevano intuito che il progetto fosse in stato di abbandono o, in questo caso, rimandato a data da destinarsi

Fortunatamente maggio è stato un mese decisamente più positivo con la rivelazione dell'incipit della trama di Tekken 7 e la conferma che il gioco sarebbe approdato anche su Xbox ONE e PC, smentendo gli insistenti rumors che suggerivano un'esclusiva PS4. Il periodo di rivelazioni si estende anche nel mese successivo con la presentazione all'E3 della nuovissima e intrigante modalità Storia. Nel frattempo viene fissata anche la data provvisoria d'uscita (in vigore tuttora purtroppo) nel primo trimestre del 2017. L'aspetto grafico dei menù e il logo vengono radicalmente modificati rispetto alle versioni precedenti.

Dopo un periodo di silenzio, purtroppo una costante nello sviluppo di Tekken 7, Namco torna a stupire, mostrando a luglio i trailer di Bob e della nuovissima Master Raven, misteriosa Kunoichi a capo dell'organizzazione di cui fa parte Raven e che quasi certamente prenderà il posto di quest'ultimo durante il settimo capitolo.

Ad agosto l'estate torna a farsi bollente grazie ad una vera e propria esplosione di novità, ma per una volta a far scalpore non è solo Namco, bensì Tekken-Series.com stesso che il 1° agosto 2016 ha compiuto ben 10 anni.
Un traguardo che ci ha esaltati ma soprattutto commossi per via degli innumerevoli tributi e manifestazioni di supporto che tutti voi ci avete inviato qui e sui social network (ne riproponiamo solo alcune per ragioni di spazio, ma avremmo voluto metterne di più la nostra gratitudine è ugualmente immensa anche per coloro che non compaiono).
Una vera e propria celebrazione della passione verso questo fantastica serie che ci accomuna senza la quale mai ci saremmo spinti così lontano, superando perfino le aspettative del fondatore Underscore.

   

   

Ma riprendiamo il resoconto. Harada torna a far discutere i fan lasciando dichiarazioni circa le scarse possibilità di Jun Kazama e Lei Wulong di essere inclusi nel capitolo in uscita e a proposito della volontà di Namco di realizzare un cross-over multipiattaforma per la modalità online previo consenso delle case produttrici.
Agosto nonostante tutto si conclude in modo decisamente positivo con l'annuncio del ritorno di Lee Chaolan e del suo alter ego Violet nonché l'ipotesi non ancora confermata della posibilità di giocare in 4K sulla versione PC.

Inoltre un primo assaggio della modalità storia mostra alcune sequenza decisamente entusiamanti e svelano la possibilità di poter impersonare in alcuni tratti Kazuya bambino.

I mesi seguenti sono purtroppo abbastanza anonimi e le uniche notizie di vero rilievo consistono nell'annuncio di Miguel a ottobre e in quello di Kuma e Panda ad inizio dicembre.

In conclusione è stato un anno Tekkeneniano piuttosto in linea con quelli precedenti, dove a sporadiche e poco distribuite notizie di rilievo (spesso troppo concentrate in pochi giorni consecutivi) si sono alternati periodi di silenzio assoluto o notizie irrilevanti per chi, come noi, è al di fuori del mercato Arcade.
La vera differenza però è stata nei contenuti: quel che sappiamo sul capitolo che tra qualche mese avremo fra le mani è stato per la maggior parte reso noto in questi ultimi 12 mesi e, grazie agli ultimi update e ai report dei giocatori asiatici, anche il lato tecnico ha finalmente preso una connotazione sempre più stabile con un progressivo e coerente affinamento.

Restano ancora tante incognite su Tekken 7, ad esempio il numero definitivo di personaggi e di stage, la conferma o smentita circa alcune indiscrezioni di Harada sulla presenza di Lei Wulong, la maggior parte delle biografie, i contenuti delle edizioni limitate oppure più banalmente la data d'uscita definitiva, ma contando che a quel fatidico limite massimo fissato al 31 marzo 2017 manca ormai davvero poco, siamo fiduciosi che le nostre sofferenze stiano per finire e che molto presto potremo goderci il capitolo finale della saga Mishima e conoscere l'epilogo di una battaglia familiare che ormai imperversa da oltre 20 anni.


A tutti un sentito augurio di buon anno nuovo e l'auspicio di poterci gustare il più presto possibile molte battaglie online e offline su Tekken 7.

Commenta la notizia