Google Adsense



Biografie di Tekken 7 in italiano

Pubblicato da TagMaster il Sab, 20/05/2017 - 16:49

BandaiNamco ha rilasciato su Tekken.com le biografie in inglese dei personaggi di Tekken 7. Di seguito ne riportiamo la nostra traduzione in italiano.
Sebbene siano accurate, segnaliamo che potrebbero comunque essere leggermente differenti dalla versione ufficiale italiana che sarà presente nel gioco e che saranno comunque soggette ad aggiornamenti e rettifiche.

Akuma:
Un combattente misterioso... un demone. Si trova coinvolto nella faida Mishima a causa di un legame passato con Kazumi, la moglie di Heihachi. Fa il suo debutto in Tekken 7 promettendo di saldare un debito con Kazumi. 

Alisa:
Un androide creato dal Dr. Bosconovitch come guardia del corpo di Jin Kazama. Il suo design è basato sulla defunta figlia del Dr. Bosconovitch. Le sue abilità di combattimento sono estremamente alte. Può attaccare utilizzando missili installati nelle sue braccia e propulsori.

Asuka:
Figlia della scuola delle Arti Marziali Tradizionali Kazama e nota nella sua città come mediatrice fra gang. Da quando è rimasta coinvolta in una lotta di strada, Lili l'ha vista come una rivale. Sa che Jin Kazama è suo cugino e si prepara a batterlo.

Bob:
Combattente che aveva conquistato i cuori dei tifosi con la sua eccellente sensibilità e bell'aspetto, Bob decise di trasformarsi completamente guadagnando peso per eliminare lo svantaggio percepito in combattimento a causa della sua tipologia di fisico. I suoi fan rimasero delusi; in apparenza sembrava che avesse semplicemente messo su dei chili di troppo, ma Bob era assolutamente contento di se stesso.

Bryan:
Un combattente selvaggio che usa uno stile di combattimento basato sulla Kickboxing. Risulta che sia deceduto due volte e in qualche modo sia stato rianimato. Apparteneva in passato ad un corpo di polizia internazionale, ma il dottor Abel e il dottor Bosconovitch ne hanno fatto un replicante dotato di un generatore perpetuo che lo mantiene vivo.

Claudio:
Gli Arcieri di Sirio, una società segreta di esorcisti, ha esercitato una profonda influenza sulla storia europea per secoli. Il più potente esorcista dell'attuale generazione è Claudio, che visitò la Mishima Zaibatsu in quanto i rispettivi gruppi stavano unendo le forze per sconfiggere un certo male. Dopo aver condiviso le informazioni sui bersagli, Kazuya Mishima e Jin Kazama, Claudio lasciò la sala di controllo e venne affrontato da una giovane ragazza. Claudio stava per chiamare le guardie quando ella chiese di essere portata da Jin. Un piano balenò nella mente di Claudio. La portò sul tetto e con un ghigno si preparò ad affrontarla in combattimento.

Devil Jin:
Dopo aver sconfitto Azazel, Jin Kazama fu arrestato dai soldati delle Nazioni Unite. Mentre era incosciente e trasportato in elicottero, la sua parte demoniaca prese il sopravvento, strappò la camicia di forza a cui era legato, si aprì un varco nella fusoliera dell'elicottero grazie ad un potente raggio d'energia e scappò. Respingendo periodicamente i tentativi dell'ONU di ricatturarlo, Devil Jin iniziò a vagare nel deserto fino a quando non si imbatté in una città del Medio Oriente. Il suo arrivo nel Bazaar della città mise in fuga civili, trasformando quella ridente località in una città fantasma. Questo è quello che accadde finché un misterioso individuo si presentò da lui...

Dragunov:
Sergei Dragunov si iscrisse al torneo del King of Iron Fist su ordine dei propri superiori. Al suo primo incontro, apparve una strana figura femminile davanti a lui. C'era qualcosa di stranamente familiare in lei... Dragunov non ci mise molto a riconoscerla e non sprecò altro tempo prima di mettersi in guardia per il combattimento.

Eddy:
Eddy Gordo andò dalla G Corporation per compiere la sua vendetta su Kazuya Mishima, responsabile dell'omicidio di suo padre. Dopo che sconfisse un gran numero di guardie, una ragazzina vestita in modo strano si fermò davanti a lui e si mise in posa dicendo "Non passerai di qui, vecchietto! Teehee!" Cosa intendeva con "vecchietto"? Confuso ed irritato dalla sua presenza e dal suo tono irrispettoso, ma consapevole della minaccia che questa rappresentava, Eddy si preparò a combattere.

Eliza:
Eliza doveva solo fare un riposino, ma alla fine dormì per 600 anni. Quando si svegliò, si accorse che i propri poteri da vampiro erano svaniti. Nel tentativo di ripristinare la sua forza, iniziò a consumare il sangue di diverse vittime. Tuttavia non fu sufficiente. Che le servisse il sangue di qualcuno con un'enorme forza spirituale? Forse dopo averlo trovato sarebbe ritornata alla sua forza originale. Ma una persona del genere poteva esistere in questa era? Non le veniva in mente nessuno. Senza alcun indizio, Eliza si diresse verso il vecchio quartier generale del clan degli esorcisti, i quali le causarono non pochi problemi ai tempi in cui si aggirava di notte. Magari qualche discendente era rimasto...

Feng:
Feng Wei ha sempre rispettato quello che era scritto sulla pergamena del pugno divino: "Sconfiggi tutti gli altri maestri e conquista il loro stile; il guerriero perfetto trascende tutti per diventare il Dio Dragone." Dopo aver combattuto e sconfitto maestri di tanti stili differenti, Feng ritornò nel campo d'addestramento della sua infanzia per continuare il suo intenso allenamento. Un giorno però, un visitatore inaspettato si presentò da Feng: un uomo misterioso che emanava una forza enorme. Quando l'uomo dichiarò di essere lì per combattere, Feng non aveva alcun motivo per rifiutarsi. Accettò silenziosamente la sfida lanciata dal suo avversario e si preparò a combattere.

Gigas:
Una divisione della G Corporation iscrisse la loro ultima arma biologica, Gigas, al torneo del King of Iron Fist per due ragioni: la prima, per testare la potenza della loro arma umanoide di ultima generazione contro altri progetti della G Corp; la seconda, per provocare Heihachi Mishima. Ironicamente, il primo scontro fu allestito sul tetto della Millenium Tower della G Corp, probabilmente come rappresaglia per il loro affronto nei confronti di Heihachi. Insensibile all'impressionante bellezza del grattacielo, Gigas attende la sua vittima.

Heihachi:
Il leader originale della Mishima Zaibatsu e il combattente conosciuto anche come "King of the Iron Fist." Heihachi continua a combattere per riprendere il controllo della Mishima Zaibatsu contro suo figlio Kazuya e suo nipote Jin. Dopo aver recuperato dalle ferite che ha subito durante l'attacco suicida dell'unità Jack della G Corporation, Heihachi è tornato con pugni di ferro e un corpo non da meno.

Hwoarang:
Hwoarang considerava un solo uomo suo rivale: Jin Kazama.Jin, CEO della Mishima Zaibatsu, che dichiarò guerra al mondo intero, svanì senza lasciar traccia durante il conflitto. Sospettando che ci fosse di più dietro la sparizione di Jin, Hwoarang si promise di ritrovarlo.
Con solo poche informazioni in suo possesso, Hwoarang si diresse in Medio oriente. Dopo una serie di fallimenti, sentì la notizia che un demone era apparso in una città. Senza pensarci un secondo, saltò sulla moto e si diresse sul posto. Una volta giunto, trovò tutto deserto, ad eccezione di Jin Kazama, nella sua forma demoniaca.

Jack 7:
Non era un segreto che la G Corporation fosse in conflitto con la Mishima Zaibatsu. Ciononostante un'altra battaglia si stava svolgendo all'interno della G Corp stessa: la battaglia per creare la suprema arma umanoide di nuova generazione. Da una parte c'era il team di sviluppo della serie Jack guidato da Jane; dall'altra il team responsabile della creazione di Gigas, un super umano bio-potenziato. Dall'enorme stazza e sconcertante mobilità, Gigas fu esaltato per la sua versatilità nel combattimento, e molti sostennero che fosse più che in grado di spodestare Jack come arma di punta della G Corp. Entrambi i team iscrissero le loro creazioni al King of Iron Fist Tournament per provare quale fosse la migliore.

Jin:
Leader della Mishima Zaibatsu e colui che ha dichiarato guerra al mondo intero. Combattendo il diavolo dentro di lui che diventa più forte ogni giorno, brama di liberarsi di esso una volta per tutte... Quando questa lotta terminerà, troverà finalmente speranza... o la disperazione?

Katarina:
Katarina perse entrambi i genitori in tenera età, e passò alcuni anni in orfanotrofio prima di essere adottata da un uomo che non aveva mai incontrato. Inizialmente Katarina era ribelle e dispensava offese verso il nuovo genitore, ma la pazienza e l'amore dell'uomo fecero breccia nella scorza dura della ragazza. Con il tempo i due si avvicinarono, anche se il linguaggio volgare della ragazza rimase. Un giorno, il padre adottivo di Katarina scomparve misteriosamente. Per quanto Katarina desiderasse ritrovarlo, le mancavano i soldi per farlo. Ma poi venne a conoscenza del King of Iron Fist Tournament. Il Savate insegnatole dall'uomo, diede a Katarina la speranza di vincere e ottenere il premio in denaro. Il giorno del suo match arrivò e l'arena non era altro che il tetto della Millenium Tower della G Corporation. Ma quando Katarina posò lo sguardo sul suo avversario, tutto ciò che vide fu un enorme ammasso di muscoli. Era impossibile che fosse umano...

Josie:
Josie fece del suo meglio riuscire a mantenere la sua famiglia facendo due lavori. Uno come modella e l'altro come Kickboxer professionista. Un giorno, mentre faceva il suo tipico allenamento attraverso le strade montane, incontrò una enorme e pelosa creatura! Josie urlò e scoppiò in lacrime, ma la creatura le rimase alle calcagna. Capendo di avere poche chance di fuggire, Josie si fermo e voltandosi tremante decise di affrontare il ferale nemico...

Kazumi:
Kazumi, moglie di Heihachi Mishima e abile combattente di Karate Hachijyo. Amica di infanzia di suo marito Heihachi, i due finirono per innamorarsi. Dal loro amore nacque un bambino in salute. Alcuni anni dopo, Heihachi divenne il capo di una grande organizzazione chiamata la Mishima Zaibatsu, che aspirava a conquistare il Mondo. Kazumi amava incondizionatamente Heihachi, ma allo stesso tempo cominciava a sentire che egli diventava pericoloso. Heihachi gettò il mondo in guerra e Kazumi si prese l'onere di fermarlo.

Kazuya:
Kazuya è stato cresciuto per ereditare la Mishima Zaibatsu, ma si ribellò contro suo padre Heihachi. Dopo aver risvegliato il potere del Diavolo in lui, Kazuya è finalmente in grado di controllarlo.

King:
King non è solo un wrestler professionista, ma anche il fiero proprietario di un orfanotrofio. Recentemente Craig Marduk, suo fedele amico e compagno di squadra, e l'uomo che King considerava il suo maestro hanno ingaggiato un sanguinario scontro restando entrambi gravemente feriti. King voleva disperatamente aiutare i suoi amici, ma era consapevole che le loro operazioni non sarebbero costate poco. Allo stesso tempo l'orfanotrofio era in costante pericolo a causa della guerra che infuriava tra la G Corp e la Mishima Zaibatsu. Ritrovandosi tra l'incudine e il martello King prese parte al King of Iron Fist Tournament con lo sguardo fisso sul premio in denaro.

Kuma:
La Mishima Zaibatsu inviò Kuma insieme alla Tekken Force nelle Filippine con il pretesto di aiutare con beni di prima necessità la popolazione dopo un mostruoso tifone. Forti delle risorse finanziarie della Zaibatsu, Kuma e i soldati visitarono le aree colpite guadagnando la fiducia degli abitanti. Poco dopo, i più giovani, senza un lavoro a causa del disastro, chiesero di entrare nelle fila della Tekken Force. Venne subito imbastito un test di reclutamento e molti giovani speranzosi presero parte al test inoltrandosi nella giungla.
A loro insaputa, il test finale era proprio un combattimento contro Kuma in persona! Alcuni cedettero alla pressione e mollarono, altri vennero eliminati, ma alla fine un candidato arrivò alla fase finale: un'atletica e giovane donna. Tuttavia, non appena vide Kuma, la ragazza scoppiò in lacrime! Kuma si sentì in colpa ma per portare a termine il suo dovere la attaccò comunque.

Lars Alexandersson:
Ex ufficiale dell'unità militare speciale della Mishima Zaibatsu, la Tekken Force, Lars attuò un colpo di stato ribellandosi contro il suo ex capo.
La lotta di Lars continua nonostante la perdita dei compagni caduti e la sua sanguinosa ribellione è ben lontana dal concludersi.

Marshall Law:
Preoccupato dai debiti causati da suo figlio, Marhall Law non si rese conto di quanti studenti avevano abbandonato il suo dojo finché ormai non fu troppo tardi. Con un enorme cifra di denaro da dover restituire, Law era a corto di idee. Come ultima alternativa decise di cercare un combattente esperto che potesse occuparsi del dojo. Chiese al suo amico Paul se conoscesse qualcuno in grado di farlo e, come sempre, Paul si propose come il candidato perfetto. Comunque, pensando che il dojo avrebbe chiuso i battenti in mezza giornata sotto la guida di Paul, Law rifiutò educatamente. Sparse invece la voce che avrebbe messo alla prova qualsiasi forte combattente si sentisse in grado di sostenere il compito. Sfidanti su sfidanti diedero il loro meglio, ma nessuno di loro fu abbastanza bravo per Law.
Un giorno Law venne a conoscenza di un esperto di arti marziali della Cina rurale che aspirava a diventare il prossimo maestro del Pugno Divino. Vedendo questa come la sua migliore opportunità, Law partì per la sua terra d'origine.

Lee Chaolan:
Figlio adottivo di Heihachi Mishima, cresciuto per essere il rivale di Kazuya Mishima. Dopo aver lasciato la Mishima Zaibatsu per varie ragioni, decise di trascorrere il suo tempo alle Bahamas aspettando per il momento propizio come manager della propria compagnia.... Fino a quando un particolare evento interruppe la sua vacanza permanente e intrecciò il suo destino con la Zaibatsu ancora una volta.

Lucky Chloe:
Lucky Chloe è una pop star e il volto del brand della G Corporation. Quando un uomo misterioso fece irruzione all'interno della G Corp eliminando una guardia dopo l'altra con una tecnica simile ad una danza, Lucky Chloe senza esitazione bloccò la sua avanzata. Lanciò al suo avversario uno dei suoi sorrisi tipici e gli lanciò una sfida: Battiti con me, ma se perdi diventerai uno dei miei ballerini! Senza aspettare la sua risposta si preparò a combattere.

Leo:
Leo partecipò al torneo King of Iron Fist nella speranza di scoprire di più sulla morte della madre, che era stata una ricercatrice per la Mishima zaibatsu. Quando Leo venne a sapere che il luogo della sua battaglia sarebbe stato un dojo di proprietà della Zaibatsu non poté credere alla sua fortuna. Tuttavia, quando arrivò lì, il dojo era in rovina. La luce della luna si riversava attraverso i fori dei muri e dei tetti, illuminando il pavimento con una bellezza misteriosa. Poco dopo, una strana sagoma fluttuante apparse e lentamente scivolò verso Leo. La sagoma brandiva una spada nella sua mano sinistra che roteava a velocità da capogiro. Che diavolo era questa cosa? Sembrava una specie di calamaro o polpo volante! Era un demone…? Poi finalmente si diresse verso Leo: questa bizzarra creatura era il suo avversario. Cautamente si preparò a combattere.

Lili:
Lili partecipò nuovamente al King of Iron Fist, anche stavolta senza dirlo a suo padre.
Ormai era lì, sorridendo freneticamente mentre la folla estasiata la osservava e il suo avversario entrava nell'arena.
Lili era pronta a combattere contro Asuka Kazama, colei che aveva personalmente considerato la sua più grande rivale da molti anni. Se Lili avesse visto lo sguardo infastidito di Asuka, se ne sarebbe infischiata. Anzi, avrebbe camminato elegantemente al centro dell’arena come se questa le appartenesse mentre ringraziava la Dea Bendata per averle dato l’opportunità di combattere con la sua rivale.

Ling Xiaoyu:
Ling Xiaoyu si infiltrò nel palazzo della Mishima Zaibatsu per cercare informazioni riguardo alla scomparsa di Jin Kazama. Strisciando nelle profondità del territorio nemico proprio sotto il naso delle guardie, sentì infine la voce di Heihachi provenire da una stanza; stava dando gli ordini per rintracciare la posizione di Jin. Proprio mentre Xiaoyu stava per intrufolarsi nella stanza, un uomo vestito di bianco apparve e la spinse indietro. "Portami da Jin” chiese lei inflessibile. L’uomo stette lì per un momento prima di ordinare a Xiaoyu di seguirlo. La condusse sul tetto,poi silenziosamente si girò verso di lei, e si preparò a combattere. Xiaoyu assunse la sua posa di combattimento e disse: ”Quindi è così…se pensi che io sia solo una ragazzina,ti stai sbagliando di grosso”.

Miguel Caballero Rojo:
Dopo aver perso la sorella in un attacco aereo ordinato dalla Mishima Zaibatsu sotto la direzione di Jin Kazama, Miguel Caballero Rojo dedicò la sua vita a cercare vendetta. Tuttavia, quando Jin scomparve improvvisamente senza lasciare tracce, anche lo scopo della vita di Miguel sparì insieme a lui. Da quel punto in poi, Miguel iniziò a vagare come un spettro da una città distrutta all'altra. Un giorno, mentre camminava attraverso le file di palazzi cadenti, si imbatté in un uomo incappucciato stranamente familiare. Di fronte a lui non c’era altri che il suo peggior nemico, Jin. Consumato dall'euforia e dalla rabbia, Miguel divenne furioso e gli andò incontro per ucciderlo.

Nina:
Dopo aver fallito il compito di recuperare Jin Kazama, Nina Williams decise che era tempo che la sua strada e quella della Mishima Zaibatsu si separassero. Al suo primo incarico privato di assassinio fu chiamata per infiltrarsi in un matrimonio a stampo mafioso… in cui lei sarebbe stata la sposa! Durante la cerimonia, scoppiò uno scontro a fuoco in cui Nina eliminò tutti i suoi bersagli. Tuttavia il trambusto ha attirato la Tekken Force, invitata per sopprimere la violenza, che le diede la caccia. Con la Tekken force che la inseguiva, Nina dovette fuggire. A quel punto si imbatté in un uomo che trovava vagamente familiare. L’uomo non l’avrebbe lasciata sola. Sembrava avere qualcosa che desiderava dirle… Nina decise che un confronto era la sua migliore possibilità di fuga.

Panda:
Panda, guardia del corpo e animale domestico di Xiaoyu, era preoccupata non avendo più visto la sua padrona da quando partì alla ricerca di Jin Kazama. Panda dedusse che Xiaoyu probabilmente stesse disputando un match al torneo King of Iron Fist, così si recò all'arena.
Una volta arrivata chiese allo staff d'ingresso dove si trovasse Xiaoyu, ma fu frettolosamente trascinata dentro. Credendo che Xiaoyu si trovasse da qualche parte più avanti, percorse un oscuro corridoio dirigendosi verso la luce davanti a sé. Rimase sconcertata, non era la cara Xiaoyu che l’aspettava ma un uomo sconosciuto, con un acconciatura bizzarra.
Infuriata dall'atteggiamento dell'uomo e dell'assenza della sua padrona, la collera di Panda raggiunse il punto di rottura!

Paul:
Quando Paul Phoenix, il ragazzo d'oro delle arti marziali mondiali, sale sul ring, l'emozione della folla è palpabile. Ma questa volta quando il nome del suo avversario risuonò negli altoparlanti dell'arena, non gli rimase che grattarsi la testa dall'incredulità. Era Kuma... di nuovo!
Tuttavia Kuma non si vedeva da nessuna parte. Si diceva che l'orso avesse abbandonato il torneo. L'annunciatore informò gli spettatori di un cambiamento dell'ultimo minuto. Sollevato Paul attende l'ingresso del suo avversario umano atteso da tempo...

Master Raven:
In qualità di agente dell'ufficio di intelligence delle Nazioni Unite, Master Raven intraprese la sua ultima missione top-secret. Infiltrarsi nel torneo del pugno di ferro e affrontare il suo obiettivo designato. Nella zona ghiacciata, la quale doveva essere il suo campo di battaglia, Master Raven stava, con le braccia conserte, faccia a faccia con il nemico giurato del suo subordinato, il quale semplicemente socchiuse gli occhi e si mise in posizione da combattimento.

Shaheen:
Shaheen lavora per un azienda militare privata specializzata nella fornitura di servizi di sicurezza. Durante il tuo tempo nell'esercito, si guadagnò la reputazione come esperto nei combattimenti uno contro uno. Un giorno, il suo amico proprietario di una società coinvolta nel settore petrolifero morì improvvisamente in circostanze misteriose. La morte fu dichiarata accidentale, ma Shaheen sospettò che fosse tutto un imbroglio quando la compagnia del suo amico fu acquistata dalla G Corp e la direzione, tutti i familiari della vittima, rassegnarono le dimissioni. Cominciò ad investigare e un parente di un amico stretto gli confidò che un uomo demoniaco stava tirando le fila della G Corp: Kazuya Mishima. Shaheen stentò a credere che potesse esistere un vero demone, ma le sue indagini rivelarono che Kazuya potrebbe essere peggiore di qualsiasi creatura infernale. Shaheen era dilaniato: doveva vendicarsi per la morte dell'amico sconfiggendo quel demone oppure no? Attanagliato dal dubbio intraprese una missione solitaria per infiltrarsi nella G Corp.

Steve:
Steve Fox ha avuto numerosi scontri con la Mishima Zaibatsu, ma non ha mai rinunciato a cercare informazioni sul proprio passato. Anche se l'identità di sua madre rimase un mistero, un nome in particolare cominciò a ricomparire più volte: Nina Williams.
Credendo che sapesse qualcosa a riguardo, Steve iniziò ad indagare su dove si trovasse la donna, finché non trovò la giusta pista. Le informazioni lo portarono ad un imponente cattedrale. Mentre studiava il modo migliore per procedere, una figura apparve dall'interno vestita in abito da nozze.
Era Nina, che sembrava fuggire da qualcosa. Steve le disse di fermarsi, ma lei lo ignorò e fuggì. Determinato a non lasciarsi sfuggire quest'opportunità, Steve bloccò il suo cammino.

Yoshimitsu:
Con Heihachi nuovamente CEO della Mishima Zaibatsu, Yoshimitsu sentì che stava per accadere qualcosa di brutto; quindi partecipò al torneo del King of Iron Fist per aver conferma dei suoi sospetti.
Il punto in cui infiltrarsi sarebbe stato il dojo Mishima. Sembrava il luogo perfetto per raccogliere informazioni e, anche se l'edificio sarebbe stato l'arena del suo incontro del torneo, decise comunque di avvicinarsi in volo.
Quando entrò nel dojo, il posto sembrava fosse stato colpito da un tifone.
Aspettando nell'ombra, vide un giovane affascinante artista marziale. Yoshimitsu non poteva dirlo con certezza ma pensava fosse che questi un po’ “nervoso”. Anche se il suo look era incantevole, sembrava ugualmente pericoloso, quindi Yoshimitsu si preparò alla battaglia.

Commenta la notizia